Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La VII edizione della settimana della cucina italiana in Spagna

Data:

11/11/2022


La VII edizione della settimana della cucina italiana in Spagna

Oltre 30 iniziative in più città spagnole tra cui Barcellona, Cordoba, Madrid, Oviedo, Salamanca, Siviglia e Valencia, con il fattivo coinvolgimento di una pluralità di attori, pubblici e privati, costituiscono il programma della settima edizione della Settimana della Cucina italiana in Spagna, coordinata dall’Ambasciata d’Italia a Madrid e dedicata al tema: “Convivialità, sostenibilità e innovazione: gli ingredienti della cucina italiana per la salute delle persone e la tutela del pianeta”. L’Ambasciatore Riccardo Guariglia segnala come quest’anno si sia cercato di “allargare lo spettro delle collaborazioni e potere così declinare i vari temi prioritari di questa rassegna: tutela della salute, del pianeta, innovazione”. Un percorso che in Spagna si snoda attraverso varie iniziative sulla dieta mediterranea, tra cui un convegno promosso dall’Ambasciata giovedì 17 novembre presso l’Istituto italiano di cultura di Madrid con la collaborazione di vari professori universitari provenienti dal Campus bio-medico di Roma, dall’Università per le Scienze Gastronomiche di Pollenzo, dall’Universidad Autónoma de Madrid e dalla Complutense, che sarà aperto da un video-messaggio del Ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e forestale (MASAF), Francesco Lollobrigida. “In questo percorso dedicato al settore agroalimentare non poteva certo mancare un approfondimento sul tema dell’etichettatura fronte-pacco e sulle conseguenze negative, sotto molteplici profili, del sistema cromatico nutriscore”, ha aggiunto l’Ambasciatore Guariglia.

Ulteriori iniziative riguarderanno masterclass condotte dallo chef Massimiliano Careri della scuola ICIF presso le più rinomate scuole alberghiere di Spagna (IES Hotel Escuela di Madrid, Escuela Superior de Hostelería de Sevilla), show-cooking nel supermercato gourmet Sánchez Romero, iniziative commerciali in numerosi ristoranti italiani ed un incontro sulla “wine economics” volto alla promozione nel mercato spagnolo dei vini italiani.

Di seguito il dettaglio delle iniziative.

Incontro tra i rappresentanti dell’Accademia della Cucina italiana presso l’IIC di Madrid

Venerdì 11 novembre presso l’Istituto italiano di cultura rappresentanti dell’Accademia Italiana della Cucina di Bologna e Cento in provincia di Ferrara si incontreranno con i loro omologhi di Madrid: una sorta di “antipasto” della Settimana della cucina italiana, in occasione del quale si degusteranno alcuni piatti tipici della cucina bolognese e madrilena che hanno molti legami di “parentela”.

“A pranzo con Raffaello”

Lunedì 14 novembre giornalisti e blogger di gastronomia verranno invitati all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid per un’esperienza culturale e culinaria nel Rinascimento italiano. Dopo una visita guidata alla mostra “Magister Raffaello”, in esposizione presso l’IIC fino al 15 gennaio, Manfredi Bosco, presidente della sede spagnola della Federazione Italiana Cuochi, presenterà uno show-cooking sulla cucina all’epoca del Rinascimento. In tale occasione verrà illustrato alla stampa il programma della Settimana della cucina italiana in Spagna.

Seminario sulla “wine economics”

In collaborazione con la IE University, si svolgerà nella serata di lunedì un seminario promosso dall’Ambasciata italiana di approfondimento della economia globale del vino, con successiva degustazione di vini italiani. Interverrà il Professore Fernando Cortiñas Lúquez.

L’iniziativa viene realizzata anche con lo scopo di promuovere la penetrazione di vini italiani nel mercato spagnolo.

Le iniziative di formazione presso scuole alberghiere a Siviglia e Madrid in collaborazione con la scuola ICIF

A partire da lunedì sarà, inoltre, in Spagna lo chef Massimiliano Careri dell’Italian Culinary Institute for Foreigners (ICIF), che collaborerà in due città: Siviglia e Madrid.

Nel capoluogo andaluso è prevista una masterclass lunedì 14 nella Escuela de Hostelería de Sevilla, un centro di formazione nato nel 1993, altresì sede della AHEOS, Asociación de Escuelas de Hostelería Españolas. Seguirà il giorno seguente una colazione per giornalisti.

Lo chef Careri farà poi tappa a Madrid presso la scuola alberghiera IES Hotel Escuela organizzando una masterclass per gli studenti mercoledì 16, chiamati poi a cimentarsi nell’organizzazione di una colazione di gala giovedì 17, che si svolgerà presso la stessa scuola e alla quale parteciperà l’Ambasciatore Guariglia.

Entrambe le iniziative rispondono pienamente alla filosofia di “ITmakES” (Italy and Spain making together) nella sua declinazione “food & wine”.

Il lancio di un nuovo concorso targato “ITmakES food&wine”

L’Ambasciata, in collaborazione con l’Ufficio ICE di Madrid, punta altresì a continuare nella tessitura di ponti tra la Spagna e l’Italia, in particolare tra i giovani spagnoli e i centri di eccellenza italiana, attraverso il lancio di una nuova edizione del concorso per giovani chef “Prepara il tuo futuro - nuovi talenti della cucina italiana”.

Lo show-cooking, a cura della Federazione Italiana Cuochi, presso il supermercato Sánchez Romero

Con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, la sede spagnola della Federazione Italiana Cuochi, oltre alla collaborazione per l’evento “A pranzo con Raffaello”, organizza uno show-cooking presso il supermercato gourmet Sánchez Romero di Calle Castelló 23, alle 12.30 di martedì 15. Interverrà lo chef Francesco Di Mauro.

Convegno sulla dieta mediterranea

Promosso dall’Ambasciata d’Italia, il 17 novembre si terrà presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid un convegno sulla dieta mediterranea che sarà aperto, in presenza dell’Ambasciatore Guariglia, da un video-messaggio del Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e forestale (MASAF), Francesco Lollobrigida.

All’evento, moderato dal giornalista Alberto Luchini, prenderanno parte i Professori Gabriele Volpato dell’Università per le Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Jesús Román Martínez Álvarez della Complutense e Presidente della Fundación Alimentación Saludable, Raffaele Carraro dell’Universidad Autónoma de Madrid nonché endocrinologo e nutrizionista dell’Hospital Universitario de La Princesa, Luca Piretta del Campus bio-medico di Roma. Nel corso dell’evento si approfondirà l’importanza della dieta mediterranea per la salute del pianeta e della persona. Si evidenzierà, inoltre, come etichettature fronte-pacco tipo “nutriscore” siano in tal senso controproducenti.

Gli eventi a Barcellona

Anche a Barcellona il Consolato Generale e l’Istituto Italiano di Cultura organizzeranno numerose conferenze di approfondimento: la prima martedì 15 sull’architettura del suolo ed i paesaggi agricoli dell’Emilia Romagna, in collaborazione con il comune di Bologna e “Cultura italiana”; giovedì 17 novembre, assieme alla locale sede dell’Istituto Europeo per il Design (IED), alla Scuola Alberghiera Hofmann e all’Associazione Italiana degli Ambasciatori del Gusto, si svolgerà una tavola rotonda su materie prime, spazio e ambiente; venerdì 18 presso la libreria Bernat si terrà un incontro sui testi di Pasolini dedicati alla Basilicata con spunti anche a carattere gastronomico. Venerdì 18 il Consolato organizza una cena con lo Chef ed Ambasciatore del Gusto, Luca Mastromattei, in cui è prevista la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, dell’imprenditoria e della cultura locali.

Il mondo del food e l’innovazione

Per approfondire i molteplici aspetti che interessano il settore agroalimentare, venerdì 18 novembre, avrà luogo in video-conferenza, un intervento dell’arch. Tiziana Monterisi, fondatrice della start-up italiana Ricehouse, all’interno del programma didattico della scuola LABA – Libera Accademia di Belle Arti di Valencia, dal titolo “Il riso come risorsa per un’architettura di ri-generazione, sostenibile nei confronti delle persone e dell’ambiente”.

Le iniziative che vedono coinvolte le scuole italiane

Il 14, 15 e 16 novembre lo chef Marco Bozzolini impartirà presso la “Eat School” della Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna (CCIS) delle mini-masterclass ai bambini della Scuola paritaria dell’infanzia di Madrid per promuovere i principi di una corretta e sana alimentazione.

Durante la settimana le maestre di primaria della scuola statale opereranno al contempo un’azione di sensibilizzazione sui bambini collegandosi al menù speciale che sarà servito a mensa.

Il 17 novembre è altresì previsto un intervento del Professore Gabriele Volpato dell’Università per le Scienze Gastronomiche di Pollenzo sul tema “La cucina mediterranea fra storia, ecologia e cambiamento climatico”. L’intervento parte dall’assunto che ogni cibo che mangiamo è espressione di un clima, di un paesaggio e di una storia. Gli ingredienti e le pratiche legate alla cucina mediterranea esprimono un legame profondo con il Mediterraneo come luogo sociale e geografico: nel corso dell’incontro verrà, quindi, raccontata la storia e l’ecologia del Mar Mediterraneo e ci si interrogherà sul futuro della cucina mediterranea in tempi di cambiamento climatico.

La promozione turistica nell’ambito della Settimana della cucina italiana in Spagna

Nell’ambito del workshop per operatori turistici spagnoli l’Ufficio ENIT di Madrid organizza giovedì 17 una sessione informativa sulle sagre e sui musei gastronomici italiani. Per l’occasione l’Ambasciata italiana promuoverà anche la Ryder Cup 2023.

La collaborazione con la Dante Alighieri

Nell’ottica di un allargamento delle attività della Settimana della cucina su tutto il territorio spagnolo, verrà organizzato mercoledì 16 presso lo spazio La Biznaga di Oviedo un incontro letterario con lettura di distinti testi in cui si parla di prodotti tipici della cucina italiana (formaggi, mortadella, vino, aceto, tartufo), con successiva degustazione. Sarà coinvolta anche l’esperta gastronomica ed ex studentessa dell’Università per le Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Carmen Ordiz Pérez, autrice del blog “G de gastronomía”.

Le iniziative nelle Università spagnole

Il Professore Luca Piretta del Campus bio-medico di Roma interverrà alla facoltà di medicina dell’Università Complutense sul tema dell’etichettatura fronte-pacco. L’Italia ritiene che il nutriscore sia fortemente nocivo per gli interessi di consumatori e produttori, penalizzando maggiormente, tra l’altro, i prodotti della dieta mediterranea.

Attraverso il contributo della rete dei lettorati in Spagna e dei professori impegnati nella promozione della lingua e cultura italiana a livello universitario si realizzeranno numerose iniziative a carattere didattico a Madrid, Cordoba, Granada e Salamanca sui seguenti temi: il vino nella letteratura italiana, la sostenibilità, il legame tra cibo e territorio, la cucina regionale nei racconti di Camilleri, la cucina nelle canzoni italiane e, in collaborazione con l’Ufficio ICE di Madrid, il problema dell’“Italian sounding”.

Nell’ambito del programma “allargato” della settimana della cucina, si svolgerà il 24 ed il 25 novembre a Salamanca, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia, un convegno sulla figura di Giovanni Verga da diverse angolature (cinema, teatro, fumetti, ad esempio) denominato “Verga Pop. Rifrazioni verghiane”. Il secondo giorno ci sarà una sessione dedicata ai “Luoghi di Verga tra cibo, socialità e cultura”.

Le iniziative promosse dalle due Camere di Commercio

Molte iniziative vedranno il coinvolgimento sull’intero territorio spagnolo dei numerosi ristoranti di cucina italiana.

La Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna, con sede a Madrid, continua anche quest’anno la campagna di promozione della ristorazione italiana autentica dal titolo “Sabor a Italia: descubre el plato estrella” con l’obiettivo di valorizzare gli stabilimenti che fanno dell’autenticità della cucina italiana il loro punto di forza e supportarne il rilancio. L’iniziativa vede il coinvolgimento di ristoranti a A Coruña, Cangas do Morrazo, Madrid, Santa Cruz de Tenerife e Valencia.

La pagina di riferimento è: https://www.saboraitalia.es/

La Camera con sede a Madrid organizzerà anche una colazione, in cui prenderà parte l’Ambasciatore Guariglia, con la quale promuovere la tradizione culinaria romana e presentare ai Presidenti di altre Camere di Commercio europee la candidatura di Roma ad ospitare l’Expo 2030.

La Camera di Commercio italiana di Barcellona, per parte sua, promuoverà un altro tour gastronomico, dal 14 novembre al 27 dicembre, dal nome “Italia con gusto”, che vedrà la partecipazione di 15 ristoranti nella zona di Barcellona.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina:

https://www.cameraitalianabarcelona.com/vii-semana-de-la-cocina-italiana-en-el-mundo/

Il catalogo della Settimana della cucina italiana in Spagna

Sarà, inoltre, reso disponibile gratuitamente un catalogo sulle distinte iniziative corredato da fotografie e video sia della mostra “Food Heroes”, promossa dalla Farnesina e da Slow Food. Nel catalogo, attraverso appositi QR code, sono, inoltre, disponibili i video relativi ai prodotti tipici delle regioni italiane, altra iniziativa promossa dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Università per le Scienze Gastronomiche di Pollenzo.

Oltre alla guida agli eventi, il catalogo presenta approfondimenti sulla dieta mediterranea e sul tema dell’etichettatura fronte-pacco.


Luogo:

Madrid

Autore:

Ambasciata d'Italia

1343