Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’installazione “Pure Plants” in esposizione al Museo del Mare di Santa Pola (25 luglio – 10 settembre)

76745ee8-a540-4c9c-aa95-d2bb7ac75779

Questa estate sino al 10 settembre è visitabile presso il Museo del Mare di Santa Pola l’installazione “Pure Plants” commissionata dall’Ambasciata d’Italia a Madrid per la mostra “Design Re-evolution”, organizzata ad aprile da INTERNI Magazine presso il FuoriSalone di Milano. L’opera, che approda ora in Spagna, è stata realizzata da due architetti italiani basati a Barcellona: Carmelo Zappulla, che ha ideato e disegnato l’installazione, dello studio External & Partners, anche noto como “External reference” (nella convinzione che l’architettura non debba essere un mondo a parte ma un punto di riferimento per la società), e da Aldo Sollazzo, il “maker” della stessa che dirige le imprese Noumena Design Research Education S.L. e LaMáquina, quest’ultima specializzata nella stampa in 3D. L’installazione, visibile nella sala Baluarte del Duque de Arcos, riproduce tre piante stilizzate – realizzate attraverso questa tecnica innovativa di manifattura additiva – che hanno una limitata capacità di assorbimento della CO2.

Il Museo del Mare di Santa Pola è ubicato in un castello-fortezza nella provincia di Alicante. Il castello fu costruito tra il 1554 ed il 1557 ed appartiene al sistema difensivo valenziano. La sua edificazione viene tradizionalmente attribuita all’ingegnere militare italiano Giovanni Battista Antonelli, noto, tra l’altro, per avere ricostruito il Castello di Santa Bárbara, che sovrasta la città di Alicante. In passato il Museo ha già collaborato con l’Ambasciata d’Italia ospitando nel 2022 un’altra installazione esposta al FuoriSalone: “Mediterranea” di Gianluca Pugliese. L’ingresso è gratuito.