Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Ambasciatore Guariglia inaugura la Giornata della Memoria presso l’IIC di Madrid

Si è celebrata oggi la “Giornata della Memoria” presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, con la partecipazione in video-collegamento di Edith Bruck, scrittrice, poetessa e testimone vivente dell’Olocausto. All’evento, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura ed inaugurato dall’Ambasciatore d’Italia, Riccardo Guariglia e dalla Direttrice dell’Istituto, Maria Luisa Pappalardo, erano presenti il Direttore del Centro Sefarad-Israel, Miguel De Lucas, la Coordinatrice del “Progetto Memoria” presso la Scuola ebraica di Madrid, Cecilia Levit e il Rabbino Pierpaolo Pinhas Punturello. Hanno partecipato inoltre rappresentanze degli alunni della Scuola ebraica di Madrid e della Scuola Statale Italiana di Madrid.

Nel suo intervento in apertura, l’Ambasciatore ha ricordato l’assoluto rilievo di questa Giornata per i giovani e “l’importanza di conoscere e di sapere, per evitare che simili tragedie possano ripetersi”. Egli ha poi aggiunto che “la memoria non può e non deve limitarsi soltanto all’indignazione e all’orrore contro i crimini perpetuati durante l’Olocausto”, ma occorre soprattutto – come ha scritto Primo Levi nell’introduzione a “Se questo è un uomo” – “meditare che questo è stato”. “Abbiamo il dovere morale di farlo – egli ha detto – soprattutto per le giovani generazioni perché ai ragazzi servono anticorpi, difese per il futuro”.

Video della visita virtuale della mostra “1849-1871. Ebrei di Roma tra segregazione ed emancipazione”