Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Partecipazione italiana al Salón de Gourmets di Madrid

gourmets_2023_1

L’Ambasciata d’Italia a Madrid ha partecipato all’apertura della 36⁰ edizione del Salón Gourmets di Madrid (17-20 aprile), inaugurato oggi dal Ministro dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione spagnolo, Luis Planas-Puchades e dal Sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida Navasqüés.

L’Area Italia, a cura della Camera di Commercio e Industria per la Spagna e consistente in una superficie espositiva più che raddoppiata rispetto allo scorso anno che ospita 33 aziende, è stata inaugurata con un simbolico taglio del nastro da parte del Ministro Planas e dell’Incaricato d’Affari a.i. dell’Ambasciata, Benedetto Giuntini.

Principale fiera in Spagna dedicata alla gastronomia di qualità (sono attesi in questa edizione oltre 100.000 visitatori su una superficie espositiva di oltre 70mila mq ed un giro d’affari stimato superiore ai 200milioni di euro), il Salón Gourmets, nato nel 1987, vede la gastronomia italiana tra le protagoniste dell’evento. Spiccato l’interesse degli operatori italiani nei confronti del mercato spagnolo, attestato dalla costante crescita dell’export agroalimentare dell’Italia in Spagna, che nel 2022 ha registrato un incremento di quasi il 20% rispetto all’anno precedente, superando i 2,3 miliardi di euro.

Tra le specialità agroalimentari italiane presentate ci sono la pasta secca e fresca, i panettoni e altri prodotti da forno, cereali, caffè, formaggi, aceto balsamico, tartufi, conserve, liquori e distillati, prodotti congelati e surgelati, salumi, caviale, vini e birre artigianali. In primo piano in questa edizione i prodotti del Piemonte, con la partecipazione di una collettiva di 11 imprese.