Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Missione della Vice Ministra Marina Sereni in occasione dell’Assemblea Generale dell’Alleanza Sahel

La Vice Ministra Marina Sereni ha partecipato oggi a Madrid alla terza riunione dell’Assemblea Generale dell’Alleanza per il Sahel. Un’alleanza tra donatori che ha dato prova di forte partenariato con i cinque Paesi del Sahel e di crescente impegno di cooperazione nella regione, ma che è chiamata a svolgere un ruolo ancora più ambizioso nell’attuale contesto di crisi, politica, economica, sanitaria, di sicurezza e ora anche alimentare, quest’ultima aggravata dall’aggessione russa all’Ucraina.

La Vice Ministra Sereni, nel ribadire l’impegno italiano per la stabilità del Sahel, ha sottolineato “il sostegno dell’Italia alle iniziative dirette a proteggere i settori più vulnerabili delle popolazioni dei Paesi del Sahel, ed a rafforzare il ruolo e la resilienza delle comunità locali”. Attenzione speciale in tale ambito – ha rimarcato la Vice Ministra – deve essere assicurata a donne e giovani, che rappresentano “ un indispensabile fattore di pace, cambiamento positivo e prosperità”. Occorre infine prendersi cura – ha concluso Sereni – dei pesanti riflessi economici e sociali che deriveranno , anche nel Sahel, dall’impatto dell’aggressione russa all’Ucraina. In tal senso saranno utili i principi di sostegno alla sicurezza alimentare e allo sviluppo di sistemi alimentari sostenibili contenuti nella Dichiarazione di Matera, adottata dai Ministri degli Esteri e dello Sviluppo durante la presidenza italiana del G20.