Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

MADRID – 77° Festa Nazionale della Repubblica Italiana

È stata celebrata oggi, nei giardini dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, la 77° Festa Nazionale della Repubblica Italiana.

Il ricevimento, a cui hanno partecipato oltre 1000 persone – tra cui personalità del mondo politico, economico e culturale spagnolo, del corpo diplomatico, nonché esponenti di spicco della comunità italiana in Spagna – è stato anche il momento finale di un ambizioso piano di promozione integrata della città di Genova organizzato dall’Ambasciata, in collaborazione con il Comune della città di Genova e la sua Camera di Commercio, nonché e con il supporto delle altre componenti del Sistema Paese presenti in Spagna (Ufficio ICE, Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Ufficio ENIT, Camera di Commercio e Industria italiana per la Spagna), e che ha contemplato una missione a Madrid di una delegazione del capoluogo ligure guidata dal Sindaco, Marco Bucci. Per l’occasione, l’Ambasciata ha pubblicato il catalogo “Fiesta de la República italiana 2023 en Madrid: una mirada sobre Génova entre pasado, presente y futuro”.

L’Ambasciatore d’Italia, Giuseppe Buccino Grimaldi, dopo l’esecuzione degli inni nazionali e dell’Unione Europea da parte del Maestro Oleksandr Pushkarenko e un pensiero rivolto alle popolazioni colpite in Italia dalla forte ondata di maltempo e alluvioni, ha rimarcato in un saluto istituzionale il profondo legame tra Spagna e Italia, unite da “un peculiare idem sentire mediterraneo” e dal “pieno ed entusiastico europeismo iscritto da sempre nel codice genetico” italiano e spagnolo. Trattasi di elementi, ha evidenziato l’Ambasciatore, che si fonderanno armoniosamente durante prossimi incontri al massimo livello, come il XVI Simposio COTEC Europa tra Italia, Spagna e Portogallo, che si terrà a fine mese a Palermo, e il Semestre di Presidenza spagnola del Consiglio UE.

L’Ambasciatore ha inoltre sottolineato “la straordinaria dimensione socio-umana alla base del partenariato italo-spagnolo”, rappresentata dai quasi 280 mila connazionali in Spagna iscritti all’AIRE e dai milioni di turisti che ogni anno visitano destinazioni spagnole, alle cui necessità, ed in particolare a quelle delle fasce più vulnerabili, la rete diplomatico-consolare italiana ha continuato a profondere la massima attenzione ed energia. Una simile dimensione umana, ha egli proseguito, costituisce un pilastro del partenariato italo-spagnolo che conosce uno straordinario momento su molteplici fronti, da quello economico a quello culturale.

Gli invitati al ricevimento hanno potuto degustare un menù tipicamente ligure e ammirare la mostra fotografica “Roma eterna evoluzione”, curata dalla Farnesina e da ANSA, sulla candidatura di Roma ad ospitare Expo 2030.

Un doveroso ringraziamento a tutti gli sponsor che hanno contribuito a rendere possibile la buona riuscita dell’evento: Abertis, Cellnex, Endesa, Generali, Iryo, Ita Airways, Soltec, per il loro contributo finanziario; FIC Spagna, Mediaset España, Negrini, Preti 1851, Vecchio Amaro del Capo, Villa Massa, per il sostegno tecnico.